BUONGIORNO ARTE – ‘L’abbraccio’ di Egon Schiele

0
112

‘Buongiorno Arte’ è una rubrica che vuole dare importanza al bello, ad opere che hanno grande forza. Del resto “L’arte scuote dall’anima la polvere accumulata nella vita di tutti i giorni.” come diceva Pablo Picasso. Doppio appuntamento settimanale concentrato nel weekend: il sabato e la domenica. SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK

L’abbraccio  (1917)
Egon Schiele (1890-1918)

L’abbraccio è un’opera di grandissima potenza espressiva, ha in sé un’energia e un carisma fuori dal comune.

Il dipinto mette in scena lo straordinario incontro di due persone che si amano, la forza del loro sentimento è tutta qui, catturata dall’autore sulla tela.

Schiele, maestro del colore, riesce a dare ai corpi una luce propria, essi bruciano non sono illuminati.

I due amanti sono evidentemente sdraiati su un lenzuolo, ma l’autore li astrae dal contesto creando una superficie indefinita che fa da sfondo. Sono abbracciati nella parte superiore del corpo ma distaccati nella parte inferiore e ciò è importante perché l’artista sta rappresentando non solo l’abbraccio ma anche il distacco.

Ed ecco che si percepisce un duplice sentimento: uno è legato alla passione, all’eros e al desiderio, l’altro è legato all’inquietudine, al tormento e alla solitudine. Questi corpi pulsanti, carichi di energia consumano con la massima intensità sia il momento della passione che quello del distacco.

Questa meravigliosa opera d’arte è una delle più potenti immagini che sia mai stata dipinta sull’amore, l’estro di Schiele ne coglie la dimensione totale.

GUARDA TUTTI I ‘BUONGIORNO ARTE’

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here